Renaissance des Appellations

Renaissance des Appellations è un’associazione di vignaioli creata da Nicolas Joly nel 2001. Attualmente raggruppa oltre 160 produttori da tutto il mondo, che pensano e agiscono sul terreno comune dell’agricoltura biodinamica.

Le aziende agricole italiane membri dell'associazione Renaissance des Appellations sono attualmente una trentina, le trovate in questo sito, ognuna con la propria identità, la propria storia, il proprio terroir.

I vini nati da uve coltivate in agricoltura biodinamica offrono una grande complessità, un gusto unico e inimitabile dato dalla piena espres­sione del clima e del territorio in cui è cresciuto

Ma cos'è l'agricoltura biodinamica? L’Agricoltura Biodinamica è un metodo agronomico che muove dalle indicazioni e dagli impulsi che lo studioso Rudolf Steiner diede negli anni Venti per contrastare l’evidente decadimento della qualità delle derrate agricole dovuto all’applicazione di metodi industriali-intensivi all’agricoltura. È attualmente il miglior metodo agronomico conosciuto per consentire un'agricoltura sana, vivente e in grado di migliorare ed arricchire i suoli in cui viene applicata, quindi di garantire la propria praticabilità nel futuro. Essa dà frutti ricchi di gusto, di vera capacità nutrizionale e che interpretano in modo autentico il terroir.

La Biodinamica si basa sul buon senso agronomico e sul concetto che tutto parte dal terreno che deve essere vivo e in grado di nutrire le piante senza alcun aiuto esterno.

La biodinamica intende il suolo, le piante, gli animali, l’uomo e la sua azienda agricola come degli organismi viventi che fanno parte di un unicum armonico. A questo scopo prevede l'uso di alcune preparazioni naturali opportunamente allestite, potenziate e dinamizzate, di semplice utilizzo ma di grande forza.

Naturalmente è un metodo in continua sperimentazione e in continuo divenire, dove diventa fondamentale la connessione tra l'uomo che lo pratica e il luogo in cui viene applicato.

1 Novembre, Bardi 2014

locandina-definitiva

 

 

 

 

 

 

 

 

BARDI, 1 NOVEMBRE 2014
RACCONTARE LA BIODINAMICA.”Raccontare la biodinamica”, è una riflessione su come i divulgatori del settore legato alla viticoltura e al vino affrontano la spiegazione di cosa sia l’agricoltura biodinamica, un argomento di cui si parla molto ma che spesso lascia insoddisfatti e perplessi gli interlocutori, forse per un eccesso di semplificazione che l’evoluzione di questi ultimi anni esigerebbe di cambiare.
Si tratta di una giornata di lavoro per arrivare alla creazione di un percorso corretto che possa spiegare al pubblico che affronta i vini e i prodotti agricoli biodinamici, quale sia l’essenza di questa
agricoltura, la sua differenza rispetto al biologico e al naturale . Dai primi interventi fatti da Sandro Sangiorgi con Porthos e con la pubblicazione del libro di Nicolas Joly sino alle polemiche più recenti, dalle necessità di spiegare un’agricoltura diversa a chi si siede in un locale o propone i
vini, cerchiamo di ascoltare tutte le voci per intrecciare suggestioni, aggiornare il discorso, cercare chiarezza nella complessità.

MATTTINA ORE 10.00 – 13.00

SANDRO SANGIORGI
L’inizio di un racconto e la sua attualità: Porthos e l’attenzione alla biodinamica.
La situazione di allora e i cambiamenti di oggi.

GIACOMO LIPPI
I dubbi irrisolti del racconto sulla biodinamica

GIANPAOLO GRAVINA
Il racconto della biodinamica. Linguaggi di degustazione e consapevolezza delle guide.
L’esperienza nella guida dell’Espresso

FRANCESCO ORINI
Il racconto della biodinamica nel numero 17 di Pietre Colorate.
Come arginare la volgarizzazione di un racconto e il costante travisamento del mondo scientifico.

PAUSA PRANZO 13:00-14:00
E’ gradita prenotazione per il pranzo. Potete contattare il numero 3280209602 o scrivere all’indirizzo mail renaissance.italia@yahoo.it.

POMERIGGIO ORE 14.00 – 18.00

GIANCARLO GARIGLIO
Slow Food e Slow wine parlano di biodinamica

RICCARDO VESCOVINI
L’Associazione Italiana Sommelier. Il posto della biodinamica nei corsi Ais e come
viene raccontata

DIEGO SORBA – IL TABARRO
Il racconto della biodinamica nella vita quotidiana di un oste e del suo cliente bevitore

LUCA GARGANO
La biodinamica illustrata ad agenti e clienti. Cosa Velier ha fatto per la narrazione della
biodinamica

INTERVENTI DEI PRODUTTORI
Come cerchiamo di spiegare e far capire il nostro lavoro a chi ci pone delle domande.

DEGUSTAZIONE 18:00- 19:00
Produttori Renaissance.Italia

INGRESSO: 10,00€

PER INFO E PRENOTAZIONI:
TEL: 3280209602
E-MAIL: renaissance.italia@yahoo.it

POSTS

NATURALE, fiera del vino artigianale, 10 e 11 Maggio, Navelli (AQ)

 

10308140_502664123192930_7543280972636444368_n

 

 

 

 

 

Il 10 e 11 maggio, nella suggestiva location di Palazzo Santucci a Navelli (AQ), torna Naturale, fiera del vino artigianale che quest’anno giunge alla sua 3°edizione.

50 produttori e oltre 200 vini provenienti da tutta Italia, accuratamente selezionati dall’associaizone DinamicheBio, che hanno voglia di raccontare e di condividere con il pubblico partecipante, ciò che fanno e soprattutto “come lo fanno” partendo dalla vigna fino ad arrivare in cantina, con particolare attenzione alla cultura del “terroir”.

Un salone di grandi vini, unici come le annate, i territori e i vignaioli che li producono. Un viaggio nel mondo del vino fatto di assaggi liberi, degustazioni guidate e conferenze. Una festa che accoglie tutti, curiosi, appassionati ed esperti che hanno in comune la voglia di imparare a conoscere o di approfondire il mondo di vini autentici e di qualità.

Informazioni

Luogo: Palazzo Santucci, Navelli (L’Aquila)
Orari: Sabato 10 e Domenica 11 maggio dalle 12 alle 20
Ingresso: Il costo d’ingresso è di 15 euro, ma chi verrà entrambe le giornate il costo è di 20 euro.
Sito web dell’evento: www.dinamichebio.it/naturale/
Contatti: mail@dinamichebio.i

GUSTO NUDO FIERA DI VIGNAIOLI ERETICI 3,4 e 5 Maggio 2014

GUSTONUDO LOGO(2)

Da sabato 3 a lunedì 5 maggio, il Senza Filtro accoglie i vini naturali, biologici e biodinamici di 70 aziende provenienti da tutta Italia. In programma degustazioni accompagnate, conferenze, musica e performance

 

Una sfida al mercato, un modello alternativo di vita, lavoro, sviluppo e consumo, che parte da uno dei prodotti più in balia delle mode: il vino. Sono una settantina e provengono dal Piemonte alla Sicilia (e 13 dall’Emilia-Romagna) i “vignaioli eretici” protagonisti della settima edizione di Gusto nudo, la fiera-mercato del vino naturale, biologico e biodinamico in programma negli spazi del Senza Filtro di Bologna (via Stalingrado 59) da sabato 3 a lunedì 5 maggio.

PROGRAMMA:

Sabato 3 Maggio

Ore 15,00:

Apertura stand dei vignaioli

 

 

Ore 15.30 Sala Thomas Sankara

Degustazione accompagnata:

UN MATRIMONIO PERFETTO: IL MANZONI BIANCO

 

Vini in degustazione:

CECCHETTO – Manzoni Bianco Piave CIROTTO – Manzoni Bianco Asolo VETTORI – Manzoni Bianco Conegliano FANTI – Manzoni Bianco Isidor Trentino FORADORI  – Manzoni Bianco Trentino BRUNNENHOF – Manzoni Bianco Alto Adige

a cura di Riccardo Vendrame, Amicidivini.com

Evento a pagamento: 25 euro

Evento a numero chiuso: max 20 persone (iscrizione obbligatoria su http://www.pietrecolorate.com/blog/products-page/degustazioni/ )

 

PROGRAMMA COMPLETO E DETTAGLI DELLE DEGUSTAZIONI SU http://www.gustonudo.net/degustazioni

 

Ore 16,00

 

Conferenza “La Biodinamica a Nudo, breve chiacchierata su cosa è la Biodinamica”,

con Stefano Bellotti (Azienda agricola Cascina degli Ulivi)

al termine aperitivo con vini delle aziende:

- Paolo Francesconi (Faenza – RA)

- Foradori (Mezzolombardo –TN)

- Fabbrica di San Martino (Lucca)

- Cascina degli Ulivi (Novi Ligure – AL)

- Orsi Vigneto san Vito (Monteveglio –BO)

- Porta del Vento (Camporeale –PA)

- San Fereolo (Dogliani – CN)

-Tenute Dettori (Badde Nigolosu – SS)

La partecipazione alla conferenza e successivo aperitivo/degustazione prevede un contributo di 5 euro a persona.

Prenotazione graditissima, tramite mail a reinassance.italia@yahoo.it

 

 

Ore 18.00 Sala Thomas Sankara

Degustazione accompagnata

DI CLASSICO C’È SOLO IL METODO

Vini in degustazione:

SILVANO FOLLADOR  – Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Brut Dosaggio Zero BELLENDA – “Diol” raboso Metodo Classico LA GANGA – “La Nina” Refosco dal Peduncolo Rosso Metodo Classico PIEVALTA – “Perlugo” Verdicchio Metodo Classico PRINCIPIANO – “Belen” Barbera Extra Brut Rosè Metodo Classico CASA CECCHIN – Lessini Durello Riserva Extra Brut

a cura di Riccardo Vendrame, Amicidivini.com

Evento a pagamento: 25 euro

Evento a numero chiuso: max 20 persone (iscrizione obbligatoria su http://www.pietrecolorate.com/blog/products-page/degustazioni/ )

 

PROGRAMMA COMPLETO E DETTAGLI DELLE DEGUSTAZIONI SU http://www.gustonudo.net/degustazioni

 

Ore 20,00:

“F.I.Co., che fico!! Oppure no?”

(di Wolf Bukowsky)

Ore 21,00:

Chiusura stand dei vignaioli

Ore 22,00:

Lamuzguele (electroswing – FR)